Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

The Marvels: la nostra recensione

Dall'8 novembre al Cinema

0 77
Carol Danvers, alias Captain Marvel ha recuperato la propria identità dai tirannici Kree e si è vendicata della Suprema Intelligenza. Ma a causa di conseguenze impreviste, Carol deve farsi carico del peso di un universo destabilizzato. Quando i suoi compiti la portano in un wormhole (cunicolo spazio-temporale) anomalo collegato a un rivoluzionario Kree, i suoi poteri si intrecciano con quelli della sua super fan di Jersey City Kamala Khan, alias Ms. Marvel, e con quelli della nipote di Carol, il capitano Monica Rambeau, diventata ora un’astronauta S.A.B.E.R.. Insieme, questo improbabile trio deve fare squadra e imparare a lavorare in sinergia per salvare l’universo come The Marvels.
The Marvels è un cinecomic così brutto che non ci si crede | Wired Italia
.
Il film, in sala dall’8 novembre, è interpretato da Brie Larson, Teyonah Parris, Iman Vellani, Zawe Ashton, Park Seo-joon e Samuel L. Jackson. L’inizio della pellicola promette davvero bene: un piacevole stile fumettoso, gag divertenti e tanta azione. Purtroppo la storia va ad appesantirsi quando entr nel vivo, con una serie di trovate poco azzeccate (da dimenticare la scena musical, fortunatamente breve!) e una sfilza di spiegoni piuttosto noiosi. L’antagonista, personaggio minore dei fumetti nota per aver cercato di uccidere l’imperatore dei Kree, è poco più che accennata, per dare spazio completo al trio, che comunque non convince fino in fondo.

Le scene di azione funzionano bene e anche gli effetti speciali sono degni del primo film della serie, Captain Marvel, che nel 2019 al botteghino fece faville. Dietro alla macchina da presa Nia DaCosta, la cui regia tradisce una (dichiarata) passione personale per i supereroi e le supereroine Marvel, ma anche un’inesperienza di fondo (è al suo terzo lungometraggio da regista).

The Marvels": trama, cast e trailer | TV Sorrisi e Canzoni

 

Senza anticipare nulla della trama, né del post credit, possiamo dire che si tratta di una pellicola che prepara a grandi sorprese per ciò che riguarderà i capitoli successivi. Per il resto, la povertà di idee e anche la scenografia piuttosto scarna, ne fanno un prodotto facilmente dimenticabile, al netto di un budget limitato rispetto ad altri film dello stesso genere.
Ecco il trailer:

Leave A Reply

Your email address will not be published.