Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Astolfo: la recensione del film di Gianni Di Gregorio

Al Cinema dal 20 ottobre

0 72

Arriva davvero un momento della vita in cui è troppo tardi per innamorarsi? Secondo Gianni Di Gregorio evidentemente no: Astolfo racconta una storia comune, di un anziano signore (interpretato dallo stesso Di Gregorio) costretto ad abbandonare la città in seguito a uno sfratto, per ripiegare in un vecchio palazzo nobiliare di famiglia. Il protagonista abbandona la grande città e inizia ad adeguarsi ai ritmi di un paesino: inevitabili i ricordi che riaffiorano dall’infanzia, la riscoperta di sapori e sensazioni che sembrava aver dimenticato, compreso l’amore.

Stefania Sandrelli è la donna che Astolfo incontra e con la quale si crea subito una bella intesa. Il racconto è realistico, fatto di momenti di romanticismo e di infinita dolcezza. Purtroppo la serenità e la compagnia reciproca di cui i due godono non viene compresa da tutti, specialmente di figli della donna che cercano di allontanare la madre da quello che loro vedono semplicemente come un perfetto sconosciuto da cui tenersi alla larga. Ed ecco che i ruoli si ribaltano: i genitori, di nascosto dai figli, si innamorano come ragazzini, con quella maggiore consapevolezza di cogliere l’attimo, perché a una certa età non si possono fare programmi a lungo termine.

Un film che farà soprattutto divertire, grazie alle situazioni comiche che si creano insieme ai nuovi amici di Astolfo, compagni di viaggio e di disavventure. Il messaggio che ci arriva è che, affrontandole insieme, le difficoltà della vita quotidiana sembrano pesare meno e diventano, anzi, un’opportunità per prendere la vita dal suo lato migliore.

Ecco il trailer:

Leave A Reply

Your email address will not be published.