Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Per niente al mondo: il nuovo film di Ciro D’Emilio al Cinema

Con Guido Caprino protagonista, in sala dal 15 settembre

0 52

Un film che parte da una vicenda di malagiustizia, ma che si rivolge a tutti toccando le corde più intime dei sentimenti:  Per niente al mondo è il nuovo film di Ciro D’Emilio (Un giorno all’improvviso) che si ispira a un fatto di cronaca avvenuto tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, dove è stato ambientato il film.

Bernardo (Guido Caprino) è un uomo affascinante, di successo, pieno di amici, sempre alla frenetica ricerca della sua libertà. Per un brutto scherzo del destino un giorno tutto cambia, mettendolo di fronte a una scelta: accettare quello che è successo o diventare un altro, per riprendersi quello che la vita gli ha tolto.

Caprino è protagonista assoluto e catalizza ogni attenzione su di sé in maniera quasi magnetica. L’attore si cala perfettamente nei panni di un uomo onesto e integerrimo, con un grande talento e un’altrettanto forte determinazione a dimostrare le proprie capacità, che a causa di un tragico errore da parte della magistratura perde ogni cosa e, sebbene innocente, è costretto a ripartire da zero. La sceneggiatura, scritta a quattro mani dallo stesso regista insieme a Cosimo Calamini, si basa proprio su questo conflitto: accettare la colpa dello Stato, o provare a riprendersi tutto a qualsiasi costo?

Al centro della narrazione c’è il libero arbitrio, ancor prima della giustizia – ha spiegato D’Emilio –  Qui il protagonista è circondato da una società che lo nega e lo mette di fronte a delle scelte da fare, giuste o sbagliate. Perché se la società non ti riconosce, non esisti.

Per niente al mondo - film pronti - film & docu - Filmitalia

 

Intorno a Bernardo gravitano altri personaggi, come quello di Elia, Boris Isaković, compagno di cella del protagonista che l’uomo ritroverà anche fuori dal carcere; l’adorata figlia Giuditta (Irene Casagrande) e gli amici di sempre, che probabilmente amici veri non lo sono mai stati, dato che l’affetto più autentico dovrebbe essere dimostrato nel momento del bisogno.

Quello che accade a Bernardo non lo augurerei neanche al peggior nemico – ha detto Caprino – La giustizia è dettata dagli uomini e a volte anche loro sbagliano. Tuttavia credo che questo film non sia incentrato solo su questo aspetto in sé, non assistiamo a processi, ma alla parabola di un uomo che partendo da quella condanna ingiusta, porta un peso dentro che io ho cercato di rendere anche in modo fisico. Un appesantimento che ti porta fino a terra. sicuramente qualcosa di personale in Bernardo, pur non avendo provato le sue stesse esperienze, soprattutto il carcere, per consegnarlo nelle mani degli spettatori. Il pubblico farà poi le valutazioni etiche e morali su di lui, ma io non l’ho giudicato, è l’ultima cosa che deve fare un attore. Ho cercato di giustificarlo in tutto e per tutto. È straziante vedere un uomo nella sua fase di decadenza totale che coincide con l’espressione della maggiore debolezza.

Per niente al mondo - Trailer [it] - Cineuropa

 

Interessante il piano sequenza di sette minuti nella scena finale, piena di azione e suspense. La regia è curata nei dettagli e conta sulle solide basi di una sceneggiatura impeccabile. La colonna sonora composta da Bruno Falanga contribuisce a creare quell’atmosfera cupa e oppressiva in un crescendo di ansia e senso di disgregazione.

Il film è in sala dal 15 settembre con Vision Distribution, che lo ha prodotto insieme a Lungta Film e Rai Cinema.
Da non perdere, per niente al mondo!

Leave A Reply

Your email address will not be published.