Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Nope: l’ultimo film di Jordan Peele al cinema

In sala dall'11 agosto

0 43

Un thriller horror che strizza l’occhio al genere fantascientifico, con frequenti incursioni nell’universo cinematografico di Spielberg: Nope, il blockbuster diretto da Jordan Peele, rappresenta una commistione di generi che spesso si fa fatica a decifrare.

Nope», le prime reazioni al nuovo film di Jordan Peele | GQ Italia

 

Il film, in sala dall’11 agosto, racconta la storia di due fratelli: Otis “OJ” Haywood Jr. (Daniel Kaluuya) ed Emerald “Em” Haywood (Keke Palmer). I due, rimasti orfani, ereditano il ranch del padre e si trasferiscono lì nel tentativo di mandarlo avanti da soli. Iniziano presto ad avvertire delle presenze extraterrestri e cercano di comprenderne i segnali, che si mostrano soprattutto in cielo…

Nope - Wikipedia

 

Il tema della natura che viene contaminata dall’essere umano è parte integrante del messaggio che il regista intende lanciare: non a caso la pellicola si apre con la scena di un gorilla addomesticato che compie una strage in diretta televisiva. La potenza dei media nella società attuale e le paure ancestrali dell’uomo si incontrano e spesso si scontrano duramente nel racconto.

Nope": la recensione del nuovo film di Jordan Peele

 

I protagonisti ci offrono un’interpretazione molto emozionante. Al cast si aggiunge anche Steven Yeun (Minari) che interpreta egregiamente un personaggio controverso e affascinante. La regia è certamente accurata e per certi versi innovativa, tuttavia il senso di angoscia e paura non arriva come forse dovrebbe: le scene in cui bisognerebbe saltare sulla poltrona sono esteticamente perfette, ma emozionalmente sbiadite.

I campi lunghissimi, attraverso i quali Peele ci mostra la natura sconfinata e la solitudine dell’uomo di fronte alla vastità di quegli spazi, rappresentano uno degli elementi più affascinanti dal punto di vista strettamente tecnico. Purtroppo la sceneggiatura, oltre a essere molto intricata, spesso perde di significato. Il risultato finale è un film che visivamente incanta, ma di cui si tende presto a dimenticare il messaggio più profondo.

Ecco il trailer:

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.