Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Il Divin Codino: la nostra recensione

Il film su Roberto Baggio su Netflix dal 26 maggio

0 35

Un film che ripercorre oltre venti anni carriera di un grande campione: Il Divin Codino racconta la vita di Roberto Baggio (interpretato da Andrea Arcangeli), dal suo difficile debutto come professionista fino all’addio ai campi. Una carriera lunga e costellata di tante difficoltà: infortuni, rapporti difficili con gli allenatori e il clamoroso errore in finale di coppa del mondo…

l_IL_DIVINO_A_M_0205820210205-7290-10j0znx.jpg

 

Di carne al fuoco ne è stata messa tanta, forse troppa per raccontare con la giusta dovizia la storia di uno dei campioni più amati di sempre. Arcangeli si cala in maniera straordinaria nella parte e la musica di Diodato accompagna bene l’emozionante finale. Per il resto, c’è ben poco da sperare: la trama si svolge in un range temporale troppo lungo e i lunghi salti temporali non ci consentono di capire fino in fondo alcuni punti di svolta decisivi della carriera e della vita privata del calciatore. L’unico rapporto umano davvero raccontato nel dettaglio è quello di Baggio col padre. Anche le azioni calcistiche più spettacolari vengono appena accennate ed è sempre più difficile capire dove la storia voglia andare a parare. La nazionale di calcio, il pallone d’oro, il buddhismo, le ostilità con Sacchi e la perfetta intesa con Mazzone: tutto è solo accennato, senza pathos. Notevoli i passaggi di camera in cui il protagonista si fonde quasi con il personaggio che interpreta. La sigla finale, con le immagini di repertorio e il viso commosso di Baggio, sono quasi gli unici momenti emozionanti di una pellicola con troppe velleità e poca sostanza.

h_IL_DIVINO_A_M_0168020210205-7416-vkgy6e.jpg

 

Diretto da Letizia Lamartire e distribuito da Fabula Pictures, il film è dispobile su Netflix dal 26 maggio. Ecco il trailer:

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.