Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Ready Player One: la nostra recensione

Il nuovo film di Steven Spielberg è al Cinema

2 969

Non è facile raccontare in un’unica recensione il nuovo lungometraggio di Steven Spielberg, che ritorna nelle sale a pochi mesi dall’uscita di The Post.

Ready Player One è un vero e proprio ‘concentrato’: chiamarlo film di fantascienza sarebbe alquanto riduttivo e darebbe poco l’idea della commistione di generi che vi è al suo interno. Il ritmo è serrato, sia dal punto di vista della trama, sia nelle continue citazioni (e autocitazioni anche) che appaiono. The Shining, King Kong, Jurassic Park (soltanto per citarne alcuni) si amalgamano perfettamente alla narrazione principale, fatta a sua volta di azione e colpi di scena continui.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo scritto otto anni fa da Ernest Cline e racconta la storia di un ragazzo che vive nell’anno 2045, un futuro in cui la Terra è troppo inquinata e sovrappopolata e le persone si rifugiano per la maggior parte del tempo in luoghi virtuali. Oasis è appunto il nome di un gioco virtuale e il suo inventore, morendo, decide di lasciarne il controllo al giocatore che supererà per primo le tre sfide necessarie.

Da una trama piuttosto semplice prendono vita vicende che incantano lo spettatore, soprattutto per la varietà di effetti speciali, e allo stesso tempo fanno riflettere. Il futuro di cui si parla non è poi così lontano: i personaggi del film ci mostrano, magari con iperbole, che ormai il mondo reale e quello virtuale si mescolano a tal punto da non saperli distinguere l’uno dall’altro. E i protagonisti, due giovani che sembrano ormai inglobati in questo stato di cose, ci danno invece un grande messaggio: bisogna reimparare a uscire da Oasis per vivere il proprio quotidiano.

Se non l’avete ancora fatto, usate questo fine settimana per andare a vedere questo film al Cinema!

 

2 Comments
  1. Sam Simon says

    Effettivamente è un’esperienza da fare al cinema, non ci sono dubbi!

    1. redazione says

      Certo, uno dei film più belli di Spielberg!

Leave A Reply

Your email address will not be published.