Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

La Linea Verticale: una serie Rai davvero riuscita

La vedremo su Rai 3 dal 13 gennaio, ma è già disponibile in streaming su RaiPlay

0 795

Sarà che l’autore è uno di quelli di Boris, oppure che le fiction sugli ospedali non hanno mai toppato, ma La Linea Verticale è una serie che non delude, anzi ci fa davvero sperare. Una speranza, insieme a quella della guarigione da un tumore che ha il protagonista Luigi (Valerio Mastandrea) e la nostra, quella di una tv che può sfornare prodotti degni di Netflix. Perché non si deve ormai dare per assodato che sulle reti nazionali si assista solo a spettacoli triti e ritriti, a trame di cui si conosce ormai lo svolgimento per filo e per segno.

L’idea di Mattia Torre, sceneggiatore e regista, si colloca evidentemente in questa inversione di rotta: la vita in un ospedale, seppure a tratti vista con iperbole (l’oncologo che viene scortato perennemente dalla figura nera della morte con tanto di falce abbracciata) è descritta in maniera cruda e anche tragicomica. Non mancano i personaggi positivi: accanto ai medici disillusi e indolenti, ci sono le figure (in netta minoranza, va detto) dei medici e infermieri che amano il proprio lavoro e infondono gioia e sicurezza a tutti, tanto da essere considerati come degli dei in terra.

Anche la decisione di trasmettere gli episodi prima in streaming su RaiPlay e poi in tv è, speriamo, un chiaro segnale di cambiamento. Noi vi consigliamo la visione: non sarà una passeggiata, perché i temi affrontati sono forti, ma ne vale la pena.

Leave A Reply

Your email address will not be published.