Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Aline La Voce Dell’Amore: la nostra recensione

Dal 20 gennaio al Cinema

0 49

In sala a partire dal 20 gennaio: Aline La Voce Dell’Amore è il nuovo film diretto da Valérie Lemercier ispirato alla vita di Céline Dion. La regista, anche nei panni della protagonista, chiarisce subito, in una sorta di patto iniziale con il pubblico, che non si tratta di un biopic in senso stretto: l’interpretazione della cantante canadese, famosa in tutto il mondo, è libera e affidata in parte alla fantasia degli sceneggiatori. Lo stesso nome della protagonista è diverso, seppure molto simile.

Le prove attoriali convincono: insieme al personaggio principale apprezziamo Sylvain Marcel e Danielle Fichaud (rispettivamente nei ruoli del produttore/manager/marito e della madre di Aline). Tuttavia, nonostante la presenza di interpreti che rielaborano sapientemente e fanno propri dei personaggi realmente esistiti, il film sembra non decollare mai.

La storia di Aline parte dagli esordi, a dodici anni, quando il produttore Guy-Claude la ascolta cantare per la prima volta e si prefigge come uno scopo della vita quello di farne una star. La scelta di Valérie Lemercier di interpretare Aline dalla pre-adolescenza all’età adulta non sembra molto riuscita e stona con la ricerca di una necessaria verosimiglianza. Anche l’intenzione di percorrere un lasso di tempo troppo dilatato rende la storia una mera sequela di vicende senza pathos, quasi una lista impersonale di azioni che si svolgono senza quel crescendo di emozioni necessario alla buona riuscita di un film.

I successi della star vengono riproposti dalla potente voce di Victoria Sio, molto somigliante a quella di Céline Dion, ma allo stesso tempo con un carattere personale e deciso. Sono gli unici (pochi) momenti davvero emozionanti della pellicola, che scorre piuttosto lentamente e arriva a fatica all’epilogo.

I fan della popstar, interprete celebre della colonna sonora di Titanic, non perderanno di certo l’occasione di vederlo; ma, nonostante gli ottimi incassi in Francia, il film potrebbe deludere anche quelli più sfegatati.

Ecco il trailer:

Leave A Reply

Your email address will not be published.