Le notizie più aggiornate su cinema, serie e tv

Anne Frank Vite Parallele: la nostra recensione in anteprima

Al Cinema solo l'11, 12 e 13 novembre

0 587

Cinque storie di donne sopravvissute ai campi di concentramento nazisti, raccontate attraverso la lettura del Diario di Anne Frank: la straordinaria Helen Mirren ripercorre gli anni di persecuzione degli ebrei da parte della Germania nazista guidata da Hitler.

La lettura del diario si alterna alle testimonianze di donne, coetanee di Anne, che sono sopravvissute alla Shoah. Racconti particolareggiati, crudi, che danno però un messaggio di speranza. La Mirren è straordinaria, peccato che il doppiaggio, piuttosto grossolano, non renda giustizia al massimo alla sua toccante interpretazione.

Oltre alle testimonianze dirette, anche di eminenti storici, in parallelo seguiamo il viaggio di una giovane attrice, interpretata da Martina Gatti, che ha il ruolo di guidarci nei luoghi di Anne e delle superstiti della Shoah. È lei a viaggiare per l’Europa alla scoperta delle tappe della breve vita di Anne: una giovane di oggi, che vuole conoscere la storia dell’adolescente ebrea diventata simbolo della più grande tragedia del Novecento e ci parla soprattutto attraverso i social.

Il film è stato scritto e diretto da Sabina Fedeli e Anna Migotto, con la colonna sonora di Lele Marchitelli, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital in partecipazione con RAI Cinema.

Anne Frank Vite Parallele è un film da vedere per l’importanza del tema trattato. Purtroppo si parla solo a margine della storia di Anne, per dare ampio spazio alle descrizioni delle atrocità di quel periodo.

Leave A Reply

Your email address will not be published.